io mi sento Italiana.

standard 1 luglio 2012 1 response
scrivo senza nemmeno farmi la doccia, con la paura di lavarmi via quelle parole che mi ballano in testa dallo 0 – 2 della Spagna. 
sono incazzata.
sono incazzata! 
sto diventando particolarmente intollerante e antipatica, lo riconosco, ma forse la “vecchiaia” e l’acidità si stanno impossessando di me.
non ce la faccio, non tollero tutti quelli che tifano contro la propria nazionale. che sia di calcio, di squash, di pallamano, di poker o di coni gelato!
ma dico io, ma come si fa? 
la nazionale di uno sport non rappresenta la politica, è una squadra di ragazzi, di campioni, di uomini o donne che siano che sono stati scelti per portare avanti il sogno di tutti noi, quello di trionfare facendo ciò che amano.
i calciatori sono da sempre il “centro” di tutte le polemiche (nel bene e nel male) di tutto questo mondo di allenatori che è l’Italia.
siamo tutti Prandelli oggi e meglio di Prandelli domani.
intanto per queste manifestazioni viene fuori dal cilindro anche chi di calcio non solo non ci capisce niente ma si prende anche la briga di farcelo sapere.
ODIO TOTALE!
insomma, un bel mix.
chi tifa contro l’Italia.
chi non sa quello che dice sull’Italia.
tra i due (forse) preferisco i secondi. perchè almeno ci provano.
ma in tutto questo i peggiori sono coloro che non fanno altro che osannare quando è ovvio e criticare quando è ancora più ovvio.
Italia vince? SIAMO I PIU’ FORTI SPACCHIAMO TUTTO EVVIVA EVVIVA GRANDE BUFFON GRANDE PIRLO GRANDE BALOTELLI
Italia perde? CHE SCHIFO TUTTI FANNULLONI ANDATE A LAVORARE SAPETE SOLO SCOMMETTERE PRENDETE UN SACCO DI MILIARDI
non ce la faccio! non li tollero.
sarò strana, sarò troppo focosa, però non li tollero.
noi Italiani siamo un popolo vero, unico al mondo, pieno di energia, creatività e follia, pieno di forza, di sorrisi e di genio. però, ci perdiamo irrimediabilmente in un bicchiere d’acqua. il risultato? che siamo tutti uniti quando è facile esserlo, non appena viene a mancare un tassellino si scolla tutto, come un puzzle che non ha trovato la sua giusta posizione.
e questo non lo facciamo solo per il calcio. lo facciamo SEMPRE! basti pensare a Andrew Howe, un grande campione dell’atletica italiana, tranquillamente fatto naufragare dopo ogni gara andata storta. però quando ci ha fatto cantare l’inno eravamo tutti sul podio con lui.
lo facciamo anche nell’arte. un argomento a me molto caro. pensate ai nostri decrepiti musei, alla nostra decrepita classe “dirigente” dei suddetti musei. non esiste un metodo, un criterio, una volontà innovativa. lasciamo che tutto affievolisca tra le nostre mani, compreso lo splendore che siamo stati capaci di creare in secoli di magnificenza.
ho visto musei all’estero creati intorno al nulla, ma capaci di attirare milioni di turisti e coccolarli, invitarli, accoglierli.
sono così incazzata stasera che potrei scrivere tutta la notte.
io amo il calcio, amo lo sport, mi appassiono, mi coinvolgo, mi strappo i capelli, mi emoziono.
non credo che tutti possiamo essere allo stesso modo ma è triste che non ci sia uno spirito unico che, anche nei casi più “leggeri” e superficiali ci porti ad essere insieme.
come pensiamo di poter ribaltare la nostra realtà?
siamo un popolo di lamentoni. non ci sposteremo mai dalla nostra mediocrità.
dicendo così lo sono anche io? probabile.
ora esco in terrazzo, annaffio le mie piantine, mi faccio la doccia e vado a letto.
domani la delusione sarà meno forte e rimarrà un ricordo amaro, come tanti piccoli altri (sportivamente parlando). la mia vita continuerà, come quella degli azzurri miliardari che se ne andranno in vacanza con le loro famiglie, le lacrime di Bonucci, Pirlo, Balotelli saranno la loro forza per le prossime stagioni. 
di certo il 4 a 0 non ce lo meritavamo.
di certo il mio post sarà una gocciolina inutile nel mondo delle parole virtuali.
di certo la mia anima ribelle, appassionata, emotiva non smetterà mai di essere così orgogliosamente italiana.


Berenice

About

Sono Berry. Donna, mamma, moglie. Scrivo, corro, lavoro, amo. Sorrido sempre e non mi basta mai.

Related Posts

1 response

CONSIGLIA Zucca e Patate al Forno