Conversazioni parallele

standard 16 dicembre 2012 67 responses
Quelle domeniche mattina in cui, per quanto tu alzi il volume della musica, i tuoi pensieri parlano più forte.
E ancora più forte i rimpianti.
E ancora più forte le voglie. 
Quei cammini non corrisposti per i quali insisti, senza tregua. Per i quali trovi sempre tempo e pazienza, costante tortura di una speranza mal riposta.
Come quei giochi dei bambini. Il cubo non entra nella forma rotonda del cerchio. Troppi spigoli. Maledetto cubetto ma che ti sei messo in testa? Anche se diventi più piccolo e passi dentro il cerchio, con tutti quegli angoli, dove vuoi andare? Vuoi sperare che la geometria sia solo un’opinione, rendendo tutto molle e trasformabile come gli orologi di Dalì?
Vuoi vagare senza tempo né pensieri, in cerca di una forma nella quale non ci sia bisogno di entrare, ma solo di combaciare? 
Forse è l’ora di non nascondersi più dietro delle simpatiche metafore.
Raccontarsi con tratti decisi, farsi osservare dal vetro di una camera iperbarica.
Forse sono emersa con troppo anticipo, dalla mia immersione. Troppo veloce, senza cura né parametri di sicurezza. Avevo raggiunto una profondità nella quale non si conosce pressione. Gli abissi mi avevano avvolto e ho smesso di conoscere, chiedere, domandare a me stessa.
Il blu profondo mi aveva avviluppato le membra, tutto era fatto con oscura materia, le dita allungate in una spirale accarezzavano le confortanti pareti della sicura fine. Poi ad un certo punto qualcuno in superficie ha chiesto di te, ha tirato la corda, come suonasse il campanaccio di una stalla. 
Ci sei Berry? Ci sei?
Sali su, io ti aspetto.
Il tuo viso, i tuoi baci, il tuo corpo.
Facciamo il morto insieme, sul confine di questi abissi, insieme.
Insieme per mano, insieme.
Io non lo sapevo ma a chiamarmi era la mia stanca coscienza. Mi ero immersa lasciandola sola, a galla in una barchetta con la vernice scrostata e il nome cancellato. 
Lei si è ricordata di me. Di come sorrido quando sono felice. Di come brillano i miei occhi. Ha preso la corda, ma mi ha fregato. Zero pazienza. Ma d’altra parte cosa posso aspettarmi, è pur sempre la mia coscienza. Povera, sciocca, frettolosa coscienza. 
Adesso mi ritrovo nella camera iperbarica, senza fiato. Tutti mi guardate da fuori, lasciate la vostra impronta sul vetro, il calore del vostro corpo, io lo sento. Grazie. Ma devo recuperare, inutile chiedere o aspettare. Tutti i sorrisi che farò saranno solo un lieve ricordo del passato.
Tutte le carezze che farò saranno solo il poco che ho da dare. Centellinate come la rugiada d’estate. Inutile ma presente insomma.
Mentre la musica continua a perforare i miei timpani, con costanza e fiducia di vittoria, io mi impongo di smettere di scrivere. 
Perchè talvolta è un’esigenza così forte farlo che la camera iperbarica non trattiene le mie mani su questa tastiera. Per fortuna.
Vi lascio con questa canzone e dei ringraziamenti…

Vorrei ringraziare mia mamma per avermi trasmesso questo “dono” della scrittura. Anche se qualcuno ama ricordarmi che non so’ scrivere, il dono di cui io parlo è la PASSIONE. Poi vorrei ringraziare tante, tantissime, persone perchè, da quando c’è il concorso di Grazia.it, hanno iniziato a seguirmi o mi hanno seguito con ancora maggiore interesse. Avere un  blog è ciò che di meglio potrei sperare e avere voi come lettori e amici è uno stimolo e una compagnia infinita. Grazie infinite a tutti.
Poi non lo faccio quasi mai ma vorrei fare qualche nome.
Roby-Semino & Roby (AUGURI ?) siete uniche. Monica… tu sai che ti adoro. Bhà, folle amico sconosciuto! Silvia abbiamo un appuntamento da fissare… La mia dolce Helena (seguitela ragazzi… ha bisogno dei vostri commenti per convincersi che è un’adorabile lunatica persona). Elle & Ely i miei folletti, una romantica e l’altra preziosamente saggia. Mauri (mybestfriend) per te non ho bisogno di parole. (Mi rendo conto che ora che ho iniziato non vorrei smettere più e fare il nome di tutti…acc…!!!).
E tutti tutti tutti quanti. Tutti voi che commentate o che preferite non farlo, che scrivete del vostro passaggio, siete così importanti per me! 
Passate una stupenda domenica.
Dalla camera iperbarica è tutto. 
Vi voglio bene.
Adieu.
Berenice

About

Sono Berry. Donna, mamma, moglie. Scrivo, corro, lavoro, amo. Sorrido sempre e non mi basta mai.

Related Posts

67 responses

  • Anonymous

    Mi è talmente piaciuto che questa volta (la prima?) commento anche io: BRAVA!!! Gli abissi, la camera iperbarica… tra poco di nuovo alla luce!
    <3
    S.

  • Stamattina mi sono svegliata con uno strano presentimento e ieri sera mi sono addormentata con una sensazione di inquietudine, quando è così sta per succedere qualcosa, che non si è fatta attendere… una delusione alle ore 7.45 mi è capitobolata addosso.. nn scendo nei dettagli per nn tediare nessuno.. ma tutto questo per dire.. che oggi sono piuttosto pensosa, interrogativa e queste riflessioni ad alta voce capitano a fagiolo…. Grazie per la canzone e per questi spunti…ho approfittato per votarti di nuovo perchè sei davvero in gamba… nn è facile raccontarsi e scuotere i pensieri degli altri, tu ci riesci sempre:) … un bacione Berry buona domenica:**

    • Spero che la giornata sia scorsa via senza altre cattive notizie e che quella sia stata già dimenticata. Ti abbraccio…quando vuoi fare due chiacchiere, questo blog è sempre aperto! Non mi tedi affatto! 🙂

  • Certe volte il ‘cubetto’ che siamo non vuole proprio accettare che il suo buco sia di una forma differente da quella che speravamo. In qualche modo continua a sperare che sia possibile che cambi, per qualche strana ragione o miracolo.. ma quella speranza che nutriamo è destinata a portarci a galla solo per poco, per poi farci ripiombare in quella che è la realtà. Una lotta contro i mulini a vento, una lotta contro se stessi.. perchè quando il mondo fuori non può cambiare, tesoro.. possiamo solo allenarci a diventare ‘guerrieri’ dentro. Possiamo solo far sì che il mondo non cambi anche noi.. ed è dal nostro cuore che la speranza deve sgorgare, non dalle cose che comunicano gli altri.. Non sai quanto posso capire quella tua malinconia, quella tua inquietudine e quella tua tristezza, arrendevole talvolta. Non smettere mai di lottare, amica mia.. forse quella luce arriverà anche per noi. E io sarò sempre qui per te. Ti abbraccio con immenso affetto. Proprio tanto.

    • In effetti a volte mi sento un po’ Don Chisciotte…che lotta lotta lotta e alla fine il nemico nemmeno esiste! Grazie per esserci in questo mio cammino di parole, con la tua presenza, il tuo affetto e la tua dolcezza! Il cubetto prima o poi capirà quale forma prendere…

  • Cara Berry…che dirti ? Che dire ?? Che so benissimo come ti senti..lo capisco a fondo..ci sto sbattendo anche io la testa da un po’..io ho deciso di capire, approfondire, scoprire..anche a costo di veder affiorare cose che fanno male. Non so, a volte sale un senso di inadeguatezza che non si riesce a controllare..che ti fa sbandare e poi sprofondare..ora, l’unica cosa che mi interessa, a dispetto di tutto e di tutti, è cominciare ad essere finalmente me stessa. Costi quel che costi..la coscienza ?? A volte parla troppo, un po’ come il grillo parlante di Pinocchio 😉
    Ti abbraccio..e sono qui..:)

    • E menomale che ho paura dei grilli altrimenti a quest’ora avrei la camera piena! Sarebbero tutti a parlare contemporaneamente…il bello è che non li ascolterei nemmeno. Quando hai le orecchie piene di te è giusto che rimangano così e se è l’ora di capire, approfondire ed essere se stessi…direi che è un momento bellissimo per te! Grazie per l’abbraccio…anche io ci sono! E ricambio forte forte!

  • Questo commento è stato eliminato dall’autore.

    • Questo tuo commento è veramente una carezza per il mio cuore. Quando scrivo mi “immergo” in un mondo non facile da esprimere e spesso sbatto contro la banalità delle parole, mai abbastanza per dire ciò che provo. Sapere che vengo “divorata” o “assaporata” mi da veramente la voglia, cosciente o incosciente che sia, di andare avanti sempre. Grazie mille!

  • Questo commento è stato eliminato dall’autore.

  • come sempre leggere le tue parole è un po’ come leggere su un libro di magia la ricetta di una qualche pozione magica, che può stregarti, rapirti e risucchiarti in un mondo che è tutto tuo Berry! e mi piace!

    • è il mio mondo parallelo questo tesoro, il mondo in cui posso creare mille pozioni e stregare chiunque. Gratis, appassionante, travolgente.
      Grazie tantissime!

  • Quante emozioni riesci a trasmettere e chi ti dice che non sai scrivere?! gliene dico quattro io!!! tu non solo sai scrivere mi porti nella tua camera iperbarica… c’e’ stato un periodo non tanto lontano che anche io ero chiusa li… non so se ne sono uscita del tutto… capisco e de’ anche difficile spiegare ma tu ci riesci …io mi sento sempre un triangolo che non riesce ad entrare nel cerchio di questa vita che e’ sempre cosi’ difficile…
    grazie per questa canzone tu non sai quanto l’adoro!!!!
    ti abbraccio forte

  • Il bambino insiste quando il cubo non entra in altre forme.e insiste e insiste ancora.Perchè il bimbo ha logica e coscienza sedate,per fortuna.e’ istinto e passione pura.
    Come le parole che escono da quella camera iperbarica.E quelle precise parole sono il foro di quella camera iperbarica,una sottile perdita della tenuta stagna.Una fortunata perdita perchè è quella che ti permette di salvarti,my darling.
    Belle bestiole quelle che ti dicono che non sai scrivere.Forse loro non sanno leggere.
    E ehm,ringrazia tua mamma da parte mia per questo meraviglioso dono che ti ha trasmesso.
    Egoisticamente ne usufruisco e attingo a piene mani.Come acqua pura.
    Mbeh.
    Tua PatMonica

    • La mia vena da “scrittrice” come sorgente dalla quale attingere è un’immagine bellissima, grazie mille tesoro. Se riuscirò a salvarmi da questa decompressione sarà assolutamente da condividere con tutti voi che così tanto mi volete bene e mi state accanto, senza chiedere. Grazie grazie grazie! Tua B.

  • Ma che bello questo post! Quante emozioni mi hai trasmesso ….senti a me … ma chi è che dice che non sai scrivere???
    Non sarà lei/lui che non sa leggere?
    p.s. Per il nostro appuntamento vediamo di farcela presto!

    • A chi mi dice che non so’ scrivere ieri ho letto il post e tutti i commenti che già mi erano arrivati…mi sa tanto che l’ho messo un po’ in crisi 🙂
      Dai dai dai “appuntiamoci”!!!!!

  • Dolce Berry, sai che ti dico?! Fai quello che vuoi, rinchiuditi nella camera iperbarica, metti la musica a manetta, urla, strilla, ma non separarti mai dalla tua coscienza. Perché é lei che guida le tue parole quando scrivi. È lei che guida il tuo modo di fare. È lei che ti fa essere te stessa. Spesso gli altri non ti capiranno (parlo in seconda persona, ma lo vivo in prima!), ma la tua vita avrà un senso. Tu prova per un attimo a lasciare da parte la tua coscienza, ad uniformarti alla massa, a fare ciò che gli altri si aspettano da te, a rientrare in uno “standard” imposto dalla società e vedrai che non ti sentirai meglio ma avrai solamente voglia di scappare e tornartene di corsa dalla tua coscienza. Perché li c’é gente che ti ama e lo fa perché sei così, speciale e unica non perché sei come tutti.
    Sei la prima che mi descrive come romantica… di solito passo per pazza, psicopatica, strana. Non so, mi hai fatto scoprire un nuovo lato di me, uno che riesco a tirare fuori solamente quando scrivo. Vedi che sei la mia psicanalista personale?! Un bacione follettina

    • Ti dico la verità, senza la mia coscienza mi sentivo quasi più leggera e libera! Poi però penso non avrei fatto molta strada, percorrendo senza la mia compagna la vita. Tu sei romantica per come realizzi le tue meravigliose composizioni, per come ci metti amore e dedizione, per come ti curi della natura, della famiglia, della gente che hai intorno. Chi può essere più romantico di così?
      Ti abbraccio stritolandoti!

    • Wow follettina, guarda quanti commenti! La gente si sta risvegliando dal lungo letargo e comincia finalmente a rendersi conto di quanto vale il tuo blog e di quanto profonda possa essere la tua penna.
      Senza la tua coscienza saresti libera e leggera come un palloncino, che svolazza di qua e di là, ma deve sempre andare dove lo porta la corrente, non può decidere lui la rotta. E noi siamo donne che della corrente ce ne facciamo un baffo, giusto?!

    • Elle ♥ ma lo sai che io lavoro in una ditta che vende palloncini? Vediamo dove andrà a finire questo leggero palloncino controvento. Tvb.

  • Caro il mio cubetto, promettimi un regalo eterno…….non diventare mai sfera, nè piramide, nè niente altro, di fronte a nulla, mantieni la tua forma, semmai declinala in tutti i colori della tua anima, ma non cambiare mai forma per adattarla a fori che non sono i tuoi…perderesti l’anima!
    E io la tua anima l’adoro!
    Ti abbraccio, aspettando ansiosamente di farlo davvero!

    • arrivo dopo aver letto il blog di roberta 🙂
      voto 1311!
      e nuova iscritta!
      ciaoooooooooooo
      ps hai una dote speciale….saper comunicare emozioni attraverso la scrittura!
      complimenti 🙂

    • @Roby: sono un cubetto come il dado vegetale…prima o poi mi scioglierò nell’acqua…quando varrà la pena! La mia anima è qui anche per te, my darling. Ti voglio bene!

      @Giusy: grazie mille di essere passata e per il commento! non mi merito tutto questo! *_* A prestissimo!

    • Lo immaginavo, si sente, e non sai quanto te ne sono grata, so che ora più che mai le tue carezze e le tue attenzioni sono un bene prezioso, da non sciupare!

  • Mi piacerebbe sapere chi è che ti ricorda che non sai scrivere….
    Io invece ti voglio ricordare di non smettere mai.
    PS: grazie di cuore per il bellissimo commento che mi hai lasciato. Siamo fallibili, siamo vivi!
    Un abbracio stretto.

    • Adoro essere fallibile e tu, con il tuo post, hai toccato un argomento a me molto caro, quello del controllo. Grazie per l’incoraggiamento e per la bella, bellissima presenza! Ti abbraccio!

  • Hai ragione, è bello avere la passione per la scrittura o, comunque, avere una passione.
    Rende vivi.

    • E’ come un brivido che mi percorre lungo tutte le vene del corpo fino a quando non trova la sua uscita dalle mie dita, dai miei polpastrelli. Viva più che mai!

  • Ti ho votata 🙂
    Un bacio grande Berry!

  • sai scrivere eccome se sai scrivere altrimenti non mi sentirei così assalita da mille emozioni diverse !!!!ti abbraccio e ti continuo a votare….

  • Piacere di conoscerti, gran bel blog e belle parole.

  • io ti ho letta tutta d’un fiato!
    e ti metto nei miei linK, per continuare a seguirti :))

  • Semplicemente in attesa che la camera iperbarica faccia il suo lavoro…. perchè tanto ci sarà sempre un:
    ” Ci sei Berry? Ci sei?
    Sali su, io ti aspetto.”
    Voluto o no 😉

  • Ciao Berry, che bello leggerti e rileggerti, non mi stancherei mai di farlo, perchè ogni volta intravedo una nuova sfaccettatura di te!Ti abbraccio forte Angela

    • Grazie mille Angela, che bel complimento! Scrivo per me ma anche per chi mi legge, mi piace toccare le corde delle persone che, al di là di uno schermo, possono vedere un po’ anche se stessi!

  • Carissima Berry..ma che figura di cacca che ho fatto…arrivo mercoledì a ringraziarti per gli auguri..che figura da scema..
    Grazie amica…scusami tantissimo ma in questi giorni ho fatto fatica a pubblicare i post, figuriamoci ‘girovagare’ nei blog delle amiche…
    Ho letto questo post senza prendere fiato…molto bello…lascia perdere quelli che ti dicono che non sai scrivere..passa oltre e non te ne curare. Sei brava amica, non perdere mai la voglia di condividere con noi tutto questo!
    Grazie Berry, ti abbraccio forte-forte….scusa, scusa, scusa 🙁
    Roberta

    • Roby…ma non era un rimprovero il mio, mai e poi mai! Era per farti solo sentire un po’ il cuoricino rinfrancato dopo queste settimane difficili e malaticcie…oltre un pc riusciamo a stabilire dei contatti! E che contatti! Ti abbraccio tantooooo! E non ti scusare!
      :*

  • Ciao Berry non smettere di scrivere mai, mi piaci perché metti su carta ogni tuo singolo pensiero, nudo e crudo di gettò e questo fa di te una persona speciale… forse chi ti critica non ha voglia di ascoltare, ma non ti curare minimamente di loro, continua così. 🙂

  • Questo commento è stato eliminato dall’autore.

    • Vorrei tanto sapere cosa pensi anche degli altri post che ho scritto, qualcuno che ti ha colpito, qualcuno da criticare. Quando leggo commenti come questo sono davvero felice perchè è vero che, come ho già detto, si scrive per se stessi soprattutto, ma non c’è gioia più grande di comunicare quello che si sente a chi non ti conosce. Ma capisce tutto quello che vuoi dire.
      Grazie, davvero.

    • Più che un singolo post apprezzo l’impostazione generale, che chiamerei semplicemente tua personalità.
      Apprezzo la tua attenzione verso le arti, letteratura, cinema e quella dove sei impiegata in maniera viscerale, ma senza patemi su forma e partecipazione ai concorsi: la poesia. Apprezzo soggettivamente i tuoi versi perché profondi e non falsi, parole che non hanno vergogna di “chiedere aiuto”, perché duro è il sentirsi soli fra la gente.
      La sincerità che va a creare una dialettica con i gusti “giocosi”, colori e, come hai detto in un post POP. tratti più spensierati, che completano la persona.
      Posso non condividere in maniera pesantissima il conteggio dei lettori, ma bisogna considerare che nel tuo blog la cosa assume un contesto, visto che la rete è tenutissima in considerazione ed i numeri sono rete; ed a proposito, mi ripeto, un legame così sincero con chi legge è raro, un’altissima percentuale di siti è fatta per accessi fine a se stessi, con uso di parole tatticamente da motore di ricerca (bah…), mentre qui l’avventore si sente a casa, può star sicuro che verrà considerato, essendo, parte stessa di Mirtillo e Lampone ed importante fin dalle fondamenta di Berry.
      Insomma, continua a narrare di ogni sfaccettatura, è molto bello. 🙂

    • Posso esprimere la mia gratitudine e la mia totale ammirazione per le tue parole? Grazie veramente, Grazie.

  • Ti auguro un buon Natale e invito te e i tuoi lettori a partecipare alla scelta dei migliori film del 2012 sul mio blog.

  • Ciao Berry:* sono in partenza e tornerò i primi di gennaio… nn so che connessione troverò fuori e quanto sarò presente.. approfitto per farti i miei più cari auguri di buon natale e buone feste, che siano giorni di serenità e relax… ti abbraccio:*

  • Sono qui anche io perche’ ci tenevo a farti tanti auguri di Buon Natale che sia pieno di magiche sorprese!!!!
    un abbraccio grande!!!!

  • cara Berry,
    amo il modo in cui scrivi…è un dono, e in quanto tale va preservato..non lasciarlo in balia delle critiche altrui..spesso la gente parla a vanvera!
    Se tu sei un cubo, non forzarti a diventare un cerchio..perderesti l’essenza del tuo spirito..e sarebbe un danno enorme!!
    Spesso ti leggo e non commento..a volte perche vado di fretta..altre perchè le tue riflessioni ne provocano altre in me..e il silenzio è ciò che preferisco a volte! ma sappi che ci sono, ti seguo e sono felice di averti incontrata! Felice perchè attraverso il tuo blog, io mi arricchisco!!

    Ne approfitto per farti i miei più sinceri auguri per un Natale fuori dalla tua camera iperbarica, in compagnia di chi sa apprezzare la tua anima cubica :D!

    Con affetto
    Sara

    • Grazie mille Sara, ma che meravigliose parole! Pensare che io “arricchisco” qualcuno con le mie parole? Davvero troppo per le mie orecchie…ma siccome siamo in periodo di regali lo prendo come tale e ti ringrazio davvero tantissimo! Un abbraccio ♥

  • Carissima Berry…ma ci sei?? Dove sei??
    Io adoro leggerti, passo sempre qui da te con tanto piacere! Ci tengo tantissimo a farti i miei auguri per un meraviglioso 2013, pieno di ispirazione, momenti felici, salute e tantissimo amore!
    Un abbraccio cara.

    • Mi auguro veramente tanto che sia ricco di ispirazione come lo è stato quest’anno, con diverse motivazioni ma…altrettanto! Tantissimi auguri Any, ti abbraccio!

  • Leave a Response

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CONSIGLIA Copeta