Come se non ci fosse un domani.

standard 7 agosto 2013 17 responses
Ho un singhiozzo prepotente.
Sono quasi incosciente.
Stanca.
Misuro con le mani la distanza da qua a domani.
Ogni centimetro si allunga, per effetto del caldo.
Sono minuti molli, fatti di nuvole soffici.
Sono minuti morbidi, ci salto sopra come fossero materassi su un prato verde.

Oggi è quel giorno dove il domani si nasconde.

Dove ogni passo pesa come se alla caviglia avessi una catena.
Dove ogni sguardo pesa come se sulle ciglia avessi un piccolo bottone.
Dove ogni singlo movimento assume dei contorni grotteschi.
E quindi misuro.
Un oggi infinito lo baratto per un domani svelto, che mi accompagnerà dove tutto è giovane, soprattutto la notte.
Chiedo pazienza, a chi mi legge. 
Pazienza per la mia vaga attenzione, pazienza per le mie parole scariche.

Da un’estate all’altra mi è cambiata la vita. In meglio. Ed è tutto vero.
Io ti vedo, domani, anche se ti mimetizzi sull’asfalto rovente.
Non sei un miraggio. Sei qui.
Se sopravvivo alla zingarata andalusa ci rivediamo qui, più abbronzati, rilassati, forse anche più stanchi di prima. 
Mi è passato anche il singhiozzo.

Adios Amigos! Hasta Pronto!

 

Guardia Sanframondi – Centro storico
Berenice

About

Sono Berry. Donna, mamma, moglie. Scrivo, corro, lavoro, amo. Sorrido sempre e non mi basta mai.

Related Posts

17 responses

CONSIGLIA Cacio e pepe