L’IMPERO DEL BUIO.

standard 23 maggio 2014 28 responses
Ci sono dei momenti in cui non ti bastano i sogni e le poesie, non ti bastano i sorrisi e l’ottimismo, le carezze, le corse, le storie felici.
In questi momenti vorrei scrivere una storia nera.
Dalle pareti oscure e i risvolti tristi.
Che si pieghi come la bocca con gli angoli in giù, una storia flessibile e passionale, senza lieto fine, che si illumini solo di luna calante.
La storia di un’insufficienza di sguardi, di sensazioni, di battiti. Di mancanza e di stordimento, di confusione e sospiri, di ansia avida e affamata, di coperte sbattute dalla finestra, per far volare la polvere.
Riavvolgo il nastro ma la storia è sempre la solita.
Cambio prospettiva, voce narrante, sguardo e angolazione. La linea nera mi stringe le caviglie e mi trascina nel suo vortice.

L’impero della luce – René Magritte


Faccio foto ai miei pensieri ma vedo solo buio.
E al buio è difficile prendere una strada piuttosto che un’altra e allora…temporeggio. Aspetto. Aspetto che passi questo nulla che sta inghiottendo tante sicurezze e cerco di starmene ferma, seduta e accoccolata, per non perdere almeno me stessa. In questa attesa rimetto in discussione tante cose, senza darmi tregua.
Magari nel mentre che perdo la fiducia in tutto la ritrovo in me stessa.
Magari.

Capita. Dice che alle persone come me, ingenue, illuse, sognatrici, dice che capita. Capita che ad un certo punto ti risvegli e quello che vedi non ti piace e non dipende in alcun modo da te.
Capire di non potersi fidare di quello che si ha intorno è forse una delle più brutte esperienze che mi siano mai accadute, nella mia intensa vita da babbea. Perché un po’ mi ci sento, si, stupida. E puntualmente ci ricasco. 
Mamma mi aveva insegnato ad essere spontanea, a credere negli altri, a vedere il buono. non so se si può insegnare ad essere ingenui, ma lei lo aveva fatto. Zero malignità quindi zero conseguenze negative. Invece non è così, mamma. Le persone sono negative. Cattive. Maligne. A volte non lo sanno nemmeno loro di esserlo, però alla fine io subisco. Non come vittima, ma come fantoccio inconsapevole. 
E quindi niente. Ecco che capita che ti risvegli in un mondo che non riconosci e non ti piace affatto.
Allora me ne sto zitta e guardinga, per imparare a conoscere questi nuovi limiti appena scoperti, questa libertà finta che abbiamo di comunicare i nostri pensieri, che poi verranno in qualche modo rielaborati e rivisti, con lunghi strascichi di rancore e cose non dette. 
Io non sarò mai così. Ma ho smesso di essere quella bambina con il dito appoggiato sulla bocca, pronta ad indicare il fiore più colorato.
Non voglio conferme, non voglio compassione, non voglio finti spasimanti.

Vorrei solo evitare pungermi con spine invisibili.

Berenice

About

Sono Berry. Donna, mamma, moglie. Scrivo, corro, lavoro, amo. Sorrido sempre e non mi basta mai.

Related Posts

28 responses

  • Quanta amarezza…il riassunto di stati d’animo e sensazioni che ci hanno accomunate in questa settimana e che abbiamo già avuto modo di condividere. Berry, io so solo una cosa…che la mattina posso guardarmi allo specchio in modo sereno. So che non lascerò mai che nessuno mi cambi o mi costringa in atteggiamenti che non mi appartengono. Preferisco essere “babbea” ! Una cosa però dovremmo imparare a farla..a dare meno peso alle cose..o perlomeno, a quelle che davvero sono poco importanti, come i chiacchiericci da cortile e le polemiche sterili. Ci sarà sempre qualcuno che fraintenderà o non coglierà il senso delle nostre parole. Ci sarà sempre qualcuno che le trasformerà e ci vedrà quel che vuole…ricorda che ciascuno di noi, nel bene e nel male, è portato a vedere negli altri lo specchio di se stesso..chi è malizioso ci vedrà malizia, chi è bugiardo ci vedrà bugie…e via dicendo. Comunicare è una cosa assai difficile, e se si decide di farlo, si deve essere pronti ad accettare applausi, critiche e anche incomprensioni…
    Sai che io ci sono, che ti capisco e che puoi contare sempre su di me 🙂 Ti abbraccio <3

  • capisco parola per parola. Anzi, forse èpiù corretto dire che condivido, perché sulla mia capacità di comprendere ultimamente ho qualche dubbio. Però la voglia di scrivere una storia nera prende anche me, purtroppo. E mi riesce pure bene!
    Ma seguiamo i consigli della saggia Mary e impariamo a dare meno peso alle cose poco importanti. E anche quelle importanti, se ci fanno stare male.
    Ti mando un grande abbraccio 🙂

    • Valentina bella…che piacere sentirti! Siamo abbastanza cagionevoli di sorrisi allora…ma dobbiamo cercare di spazzare via i brutti pensieri e non farci abbindolare da chi ci vuole cambiare in peggio!
      Un bacione grande!

  • babbea, non si insegna ad essere ingenui, si nasce ingenui, te lo dico io che sono un po’ più vecchia di te ma ancora troppo ingenua.
    la vita di passa addosso, le persone ti deludono (tradimenti dell’anima) ma tu non la perderai la tua ingenuità. ci starai attenta, dirai: questa volta non mi fregano… e invece? invece le spine invisibili ci sono sempre. PERO’ CI SONO SEMPRE ANCHE GLI AMICHI, quelli che non ti tradiscono, quelli che sono sempre e comunque, quelli che non giudicano, non chiedono, non pretendono e non sanno e non vogliono sapere, quelli che danno e basta.
    mi dispiace di non avere un attimo di tregua, vorrei invitarti a cena e tenerti al calduccio a casa mia, coccolarti e aiutarti a ricucire quegli strappi in una tiepida serata di maggio…. forse sarà giugno, forse si, ce la facciamo dai!
    io ci sono però, sono una di quelle come te, ingenua e credulona, babbea e…. e basta.
    ti voglio bene

  • Berry, che amarezza… Sentirti con tutto questo flusso negativo di pensieri mi dispiace 🙁
    Però so che il tuo essere ingenua e sognatrice, magari babbea, come dici tu, è un dono. Magari le spine invisibili ci saranno ancora, magari non risciraui ad evitare le loro punture. Ma il tuo essere è questo. TU sei la nostra Berry ed è così devi essere sempre, per portare al mondo la tua straordinarietà.
    Ti abbraccio, torna presto a sorridere amica mia!

  • Berry amica non ti posso leggere così…
    Essere ingenui non è un difetto sai, è una bella cosa, è una ricchezza.
    Purtroppo a volte ci si prende qualche ‘bottarella’ sui denti e si rimane delusi…e ti capisco perché ci ho messo anni a cercare di essere un po’ meno ingenua, un po’ meno impulsiva e a fidarmi un pochino meno di tutto e di tutti…ma mica ci riesco tanto…ci si nasce così.
    La vita è fatta anche di questo, momenti bui, spenti, di delusione..ma solo chi è ‘duro’ dentro non ne passa, succede un po’ a tutti prima o poi, l’importante è non farsi travolgere…
    Il sole poi torna, torna sempre. <3
    Ti voglio bene amica, Roby

  • Oddio Berry che è successo?! Essere babbei, come dici tu, è una cosa bellissima: sono le persone babbee come te a colorare il mondo e riempirlo di profumi, con il loro sguardo limpido e sorridendo alla vita. Certo, quando si viene feriti fa ancora più male, perché si pensa che il mondo sia buono proprio come lo si è, babbei. Ma ti prego non cambiare mai, non smettere di portare il tuo sguardo colorato nel grigio quotidiano. Coraggio, un bel respiro e torna a volare.
    Ti abbraccio forte

  • Capita. Capita sì. Poi ti risvegli, ti alzi, meno fragile, un pò piu forte con qualcosa in piu e qualcosa in meno.
    A me piaci così.
    Raffaella

  • Non so cosa è successo ma è vero. E’ capitata anche a me questa situazione. Sembra un mondo dove si può esser ingenui. invece puntualmente arriva la stangata che ferisce.
    Passerà, tu rimani ciò che sei, non facciamoci influenzare da questa “brutta” gente!1

  • Tesoro bello, ne so qualcosa di momenti bui. Non lasciare che quell’orrenda cappa oscura ti appesantisca la vita. Sotto ci si vive davvero male. Sono anche convinta, però, che i momenti bui ci aiutino ad apprezzare la luce che, prima o poi, torna sempre.
    Ti voglio bene bellezza.
    Un abbraccio forte.

  • Scrivila, questa storia nera di luce calante, e forse lascerai lì sul foglio un po’ di questa amarezza.
    Un abbraccio.

  • tesoro, che tristezza sentirti in questo stato.. ma quante volte mi è capitato di sentirmi così? tante, troppe davvero… purtroppo chi è abituato a dare senza lesinare, chi è abituato a credere, dare fiducia, volere bene senza farsi troppe domande è soggetto a soffrire.. perchè se da una parte tutta questa bellezza di cuore (che tu chiami ingenuità) porta a crearsi intorno tanti amici e tanto amore, dall’altra è un’arma a doppio taglio che ci rende inermi e senza corazze alla mercé della superficialità che spesso va sotto braccio con la cattiveria… Sono certa che supererai anche questa… sei forte tu e sopratutto chi ha il bene nel cuore riesce sempre a vedere uno spiraglio e una via per passare oltre… ti stringo amica mia:**

  • Rimetti il dito appoggiato sulla bocca e continua ad indicare il fiore più colorato. Incontrerai tanta gente cattiva, maligna e pure infame; ti faranno del male, tradiranno la tua fiducia, rientrerai a casa con le ossa rotte e penserai appunto che non vuoi più spine. Poi però quando uscirai ti basterà comprendere che non sono tutti così. Questo mondo peggiora ogni giorno sempre più, ma c’è ancora del buono in giro. Io che di anni ne ho veramente tanti continuo a cercare il fiore più colorato e non importa se non lo vedo oggi perché sono quella che crede ancora che domani andrà meglio.
    Credimi: le ossa rotte si aggiustano e le mani punte dalle spine si medicano. Gira pagina e vai avanti a cercare il bello anche se ti ci volesse una vita per trovarlo.
    Ciao piccola Berry. Un bacione. Marilena

  • La gente é cattiva. C’é chi lo é di proposito e chi invece per superficialità. Non si riesce a non notare certe cose, non si riesce a non rimanere male. Ci sei cascata e forse ci ricascherai, perché credere ed avere fiducia in chi si ha accanto é une bella cosa, non se ne può fare a meno. Il tuo é un impero della luce, quello del buoi lasciamolo agli altri.

    P.S É da sempre il mio quadro preferito, quando l’ho visto dal vero a Venezia sono rimasta in adorazione per almeno 20 minuti!

  • Tesoro, l’innocenza, la purezza d’animo e di pensieri sono doti rare, se qualcuno te le ha donate, fanne tesoro, il mondo né sarà invidioso e magari qualcuno prima o poi cercherà di carpire il tuo segreto! 😉
    Non facciamoci contagiare da questi virus cattivi, facciamo “ammalare” loro!
    Un abbraccio.

  • Prima o poi ci caschiamo tutti,più o meno…o perlomeno i buoni d’animo ci cascano.
    È visto che la gente è cattiva e maligna…rimaniamo fregati.
    Io ti ci vedo guardinga come un gatto a guardare con occhi nuovi quello che ti circonda,quegli occhi che erano innocenti…
    Mi spiace di questa tua situazione tesorino,non sentirti inadeguata tu!! Sono le persone cattive che dovrebbero sentirsi sbagliate.
    Ti mando un abbraccio fortissimo così magari ti tiro un po’ su di morale, <3

  • Sai,le spine….ahimè! ci sono. A volte,si,sono le persone cattive….a volte, cattiva, è la vita stessa.
    In ogni caso….forse è il caso di cercarci un angolino dove i colori ed i fiori li disegnamo noi.
    Un abbraccio virtuale ( buono) e colorato!

  • Stellina è un mondo difficile il nostro…mi trovo in sintonia con queste riflessioni ma mi dico: freghiamocene e continuiamo sulla nostra strada! <3

  • hai doti innate di dolcezza triste, non è da tutti, ma non so se tutti saprebbero supportare e sopportare uno stato d’animo così annoso…

  • Tesoro… Lo so che è dura… Però io preferisco essere babbea, e come te lo sarò io e molti altri. Vorrà dire che tra babbei ci capiremo meglio… E comunque condivido quello detto sopra: alcune persone sono cattive altre superficiali. Noi non siamo nessuno dei due tipi per fortuna. <3

  • Ti abbraccio Berry, non sapevo di passare qui e trovarti così.Purtroppo certi giorni il mondo è nero, ma tutto passa e noi dobbiamo restare quello che siamo, coerenti con noi stessi, nonostante tutto e tutti!

  • Arrivo tardi sulla tabella di marcia (ma perchè blogger non mi informa dei post? Succede sempre più spesso, uffa) ma non su quella dei sentimenti… perchè certe parole non hanno tempo e credo che puntualmente, ogni tot, si riaffacciano in base a ciò che viviamo… purtroppo a volte il rosa si copre e subentra il nero, non per scelta o colpa nostra, qualcosa o qualcuno ci colpisce dritto e fa annuvolare tutto… la fiducia è il cardine, il perno, il cuore di ogni rapporto, amoroso o d’amicizia che sia… se viene a mancare crolla l’equilibrio e la terra trema, perchè ci sentiamo fragili e improvvisamente senza rete… ho avuto varie esperienze brutte, quante croci messe su nomi, maschili e – posso dirlo?! – soprattutto femminili… non c’è una regola per capire se abbiamo intorno persone sincere al 100%, la maschera molte la indossano come smalto, però appena senti odore di bruciato scappa… sì, scappa, stai alla larga da stronzaggine, ambiguità e falsità, non dare un dito a chi ti mente, non essere buona con chi tradisce e non essere comprensiva con chi se ne approfitta… sono dura? Sono drastica? E’ che mi sono sporcata le ali e non voglio gente che lancia catrame, credo che dobbiamo avere il cuore all’erta e lasciarci andare solo quando siamo davvero davvero sicure…
    E vorrei dire altro ma non voglio straparlare, non qui… l’argomento come vedi mi accalora…
    🙂

  • Leave a Response

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

CONSIGLIA Cacio e pepe